A boschetto “YOSE – UYE”

a boschetto stile bonsai (foresta-bosco)

Lo stile a Boschetto (Foresta)

Lo stile a gruppo di piante è un bonsai a tronchi multipli che rappresenta una foresta o boschetto in miniatura. Da un punto di vista puramente formale gli elementi che costituiscono lo Yose-uye possono essere quantitativamente d’entità anche numerosa. E’ consigliabile però realizzarlo con il minor numero possibile d’alberi in modo da limitare la sua suggestione alla tradizionale semplicità del bonsai. Occorre inoltre evitare l’uso d’elementi accessori, quali rocce, case e corsi d’acqua, propri del Bonkei. Si tenga inoltre conto che tre alberi in vaso non possono considerarsi foresta perché non n’evocano l’idea. Il numero minimo di fusti costituenti questo bonsai dovrà essere almeno di cinque alberi, consigliando come già detto prima, ideale il numero dispari d’elementi.

a boschetto stile bonsai (foresta-bosco) 4Il bonsai a boschetto per la sua capacità di richiamare alla mente la pura ed ancestrale bellezza dell’ambiente naturale deve trarre la sua forza evocatrice dalla distribuzione e dalla semplicità formale d’ogni suo singolo elemento costituente. Anche se si possono creare stili a Boschetto con essenze diverse, è sempre meglio usare piante della stessa specie questa scelta ridurrà i problemi di successivo mantenimento del bonsai. Nell’esecuzione di questo stile si possono inoltre usare alberi che sarebbero da scartare in quasi tutti gli altri stili, infatti, si potranno usare alberi con nebari asimmetrico, con distribuzione di rami da un solo lato o che presentino difficoltà di crescita.

Tecnica ed impostazione.

La prospettiva dell’insieme è l’elemento più importante di questo stile. Il contenitore ampio e poco profondo deve garantire una distribuzione che presenti un buon equilibrio tra vuoti e pieni della composizione. Il maggior spazio dovrà essere riservato al lato anteriore ed alla parte in cui gli alberi presentano l’altezza minore ciò contribuirà ad aumentare la fuga prospettica dell’intera foresta. La distribuzione planimetrica delle piante nel vaso è importante purché i singoli gruppi com’è pure importante che nei singoli gruppi le a boschetto stile bonsai (foresta-bosco) 2altezze dei vari alberi si collochino in posizione prospettica. Gli alberi di norma vanno posti ad una delle estremità posteriore del vaso. Essi saranno raccolti in uno o più gruppi in modo da creare un andamento rotatorio da destra a sinistra, con gli alberi più alti davanti i medi al centro mentre i piccoli andranno posti sul retro. Si può invertire la posizione delle altezze quando la costruzione di un ambiente arbustivo di primo piano sia più importante della prospettiva dell’insieme.

In Giappone spesso si distribuiscono le piante secondo figure geometriche simulanti gli ideogrammi della scrittura, ad esempio: HIN (dignità e raffinatezza), SHIN (cuore, mente e spirito). In oriente il numero nove non viene quasi mai usato in arte e filosofia perché il suo ideogramma si pronuncia KU (dolore e sofferenza).

Lo stile a foresta può essere impostato anche come battuto dal vento, a gruppo di litterati, a gruppo d’alberi lavorati a cascata. Quando il numero d’alberi sarà molto alto sarà aumentato l’impatto visivo della foresta in questo caso, le regole distributive dei singoli alberi passeranno in secondo piano e la foresta diventerà casuale (TSUKAMI – UYE).

Impostazione dei rami.

Nello stile YOSE-UYE, il tronco ha senz’altro un importanza prevalente sulla distribuzione dei rami il che influisce sulla potatura di questi: quelli interni al boschetto di norma sono tagliati vanno impostati solo quelli esterni, la loro potatura sarà inoltre successiva alla loro impostazione. Si tenga inoltre conto che la quantità di rami è inversamente proporzionale al numero dei fusti. Generalmente i rami frontali appartengono agli alberi del prospetto principale. I rami posteriori vanno lasciati agli alberi del retro. Della foresta vanno conservati sia i rami a destra sia a sinistra, mentre vanno eliminati tutti i rami che crescono verso l’interno della foresta. I rami esterni dovranno creare dei profili triangolari, se i gruppi d’alberi di cui è costituita la foresta sono distinti, ogni gruppo dovrà possedere il proprio profilo triangolare. Anche le radici andranno accorciate in modo da essere distribuite verso l’esterno della foresta.

a boschetto stile bonsai (foresta-bosco) 1 a boschetto stile bonsai (foresta-bosco) 3

A boschetto “YOSE – UYE” ultima modifica: 2015-04-10T15:01:02+00:00 da Indrit
Tags:  , , ,

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>