Bonsai da Esterno

Bonsai da Esterno

Bonsai da Esterno

La luce

Per i Bonsai da esterno, la principale preoccupazione da avere non è certo la mancanza di luce, ma il suo eccesso, specie nelle giornate estive o molto calde. Piante, come gli aceri, le azalee, i faggi, le cryptomerie, ecc. che mal sopportano il sole diretto devono essere protette da strutture ombreggianti. Conviene che tutte le piante in vaso siano tenute in penombra durante buona parte della giornata ed in particolare nelle ore centrali che sono più calde. L’ideale e trovare una posizione che sia soleggiata nelle prime ore del mattino mentre, per le nostre latitudini, in penombra almeno dalle ore undici alle diciotto.

La sicurezza sulla buon’esposizione di un Bonsai da esterno, si ha quando innaffiando la pianta di sera, nella giornata successiva, essa risulti, ancora relativamente umida. Il Bonsai dovrà essere ruotato di tanto in tanto per evitare che la parte meno esposta allunghi le nuove cacciate alla ricerca della luce.

L’aria

Bonsai da esterno 1Una corretta ventilazione è essenziale, per la salute d’ogni pianta, in particolare per i Bonsai che spesso per esigenze di spazio sono riuniti sui bancali in modo anche troppo ravvicinato. Un’eccessiva concentrazione di piante, oltre a creare un’oggettiva difficoltà d’osservazione delle medesime, facilita la diffusione delle crittogame e crea zone d’eccessiva ombra che possono danneggiare le parti basse del Bonsai tendenzialmente meno vigorose di quelle apicali.

Le brezze sono molto salutari per i Bonsai, quindi i posti moderatamente ventilati sono ideali. I Bonsai da esterno vanno invece protetti nelle giornate di vento, perché questo, tende a seccare le zolle e traumatizza l’apparato fogliare. Durante il periodo invernale, il vento oltre alla disidratazione produce anche colpi di freddo che possono danneggiare la ramificazione sottile della chioma. In questo periodo conviene che le piante ricoverate all’esterno siano protette con barriere frangivento poste di traverso alle direzioni dei venti dominanti. Le stesse barriere, devono essere poste, durante le altre stagioni, a protezione delle piante nelle giornate particolarmente ventose.

Specie autoctone

Bonsai da esterno 3Per quanto concerne invece le piante “autoctone” che fanno assolutamente parte ai Bonsai da esterno, è indispensabile lasciarle all’aperto avendo cura però di ripararle dalle gelate. Non commettete l’errore di portare in casa piante che invece hanno indispensabile bisogno di “sentire” le stagioni e di andare in dormienza. Per riparare dalle forti gelate invernali la soluzione migliore è quella di avere lo spazio per costruirsi una “serra fredda” che può essere costruita in vetro, in plexiglass o semplicemente in nylon trasparente avendo cura di predisporre delle finestre apribili nelle assolate giornate invernali per evitare che un eccessivo innalzamento delle temperature interne alla serra dia il via alla germogliazione con troppo anticipo.

Aspetto particolarmente importante è la protezione delle radici dalle gelate. La protezione potrà avvenire ad esempio posizionando i vasi Bonsai all’interno di scatole in polistirolo e riempiendole con foglie secche e ben asciutte (ricordate i fori di scolo per l’acqua nel fondo delle scatole) oppure interrando i vasi coprendoli completamente.

Bonsai da Esterno ultima modifica: 2015-03-29T10:29:37+00:00 da Indrit

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>