Potatura dell’Acero Palmato (Pinzatura)

Potatura pinzatura bonsai acero palmato acer palmatum 2

Potatura dell’Acero Palmato (Acer Palmatum)

Potare i rami subito dopo il trapianto, durante il periodo vegetativo tagliare le nuove cacciate lasciando per ognuna di esse una o due paia di foglie levare i germogli ovunque crescano. Per rallentare la crescita dei rami troppo vigorosi che potrebbe alterare la forma del bonsai, occorre potarlo quindi asportare tutte le gemme dalla parte restante.

La potatura di formazione si pratica in inverno, quando l’assenza di foglie non limita la lettura della tessitura dei rami. Con le tronchesi a taglio concavo tagliare aderentemente al tronco, i rami che si accavallano, che crescono verticalmente o risultano bifidi, in questo caso lasciare una sola branca. La potatura di formazione garantisce che nella primavera successiva la ramificazione s’infittisca mantenendo una tessitura sottile.

Pinzatura dell’Acero Palmato

L’Acer palmato germoglia precocemente soprattutto se mantenuto, durante il periodo invernale, in serra fredda. L’inizio della germogliazione è evidente a causa dei toni rossi della nuova vegetazione, questa in breve tempo assumerà poi la classica colorazione verde. La pinzatura sarà effettuata quando il colore è ancora decisamente rosso. L’asportazione del centro della gemma si effettua prendendo con la punta delle dita le prime due foglioline comparse staccandole con una leggera trazione lungo l’asse del ramo.

Con l’avanzare della stagione, la forma dell’albero dovrà essere mantenuta operando con le cesoie. Una tecnica alternativa alla precedente è di lasciare sviluppare i germogli fino alla quarta foglia asportando quindi con le cesoie, le prime due foglioline. Nel periodo di pieno sviluppo potare le nuove cacciate con le cesoie lasciando i soli germogli di base, così facendo il tronco ingrosserà più rapidamente che non agendo con la pinzatura. Gli aceri germogliano con foglie opposte. Appena sono mature è consigliabile potarne una sì ed una no attuando artificiosamente una ramificazione alterna.

Acer Palmatum Atropurpureum è una varietà del precedente, quindi meno rustico del primo spesso ottenuto per innesto sul palmato verde, le sue foglie germogliano con un colore rosso d’intensa bellezza.La tecnica di pinzatura è usata nello stesso modo della varietà precedente. La defogliazione è sconsigliabile a causa del notevole ritorno di linfa di questa varietà il ché causa la morte di un notevole numero di rami fino a mettere in pericolo lo stesso bonsai.

Acer deshohjoh. S’interviene su questa varietà allo stesso modo che sul palmatum comune. Occorrerà intervenire sovente con la pinzatura, e se occorresse esporre la pianta nel periodo estivo progettare per tempo una defogliazione totale.

Acer Dissectum: Sono aceri a foglia piumosa verde od atropurpurea, se non sono innestati su franco hanno uno sviluppo estremamente stentato, presentano notevoli ritorni di linfa e sono quindi molto sensibili alle potature. La pinzatura in linea di massima si effettua come per i precedenti tenendo conto che le gemme vanno pinzate in due tempi successivi prima si pinzano le gemme forti e solo successivamente quelle deboli. Appartengono a questa categoria l’Acer YATSUBUSA e la varietà nana conosciuta come Acer SHISHIGASHIRA.

Ti può interessare (riguardo al Bonsai di Acero Palmato) anche:

Esposizione

Annaffiatura

Rinvaso, Terriccio, scelta del Vaso e Propagazione

Applicazione del filo e Concimazione

Malattie, Parassiti e Stili

Potatura dell’Acero Palmato (Pinzatura) ultima modifica: 2016-03-23T14:48:16+00:00 da Indrit

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>