Stili

stili in natura

Gli stili dei Bonsai

Quando si opera su un albero per creare un Bonsai occorre ricordarsi che questo è un essere vivente in continua crescita quindi la sua forma si modifica nel tempo. Per ottenere dunque un accettabile risultato finale, occorrerà applicare nell’arco degli anni con competenza, le tecniche della formazione strutturale del Bonsai che sono:

la potatura; la pinzatura; l’avvolgimento con il filo; l’invecchiamento

Ovviamente l’applicazione di ognuna di queste tecniche non potrà prescindere dallo stile che si desidera ottenere. La forma generale che lega tutti gli stili bonsai è il triangolo , esso nella filosofia di quest’arte mette in relazione la terra , l’uomo e la divinità. Le forme del Bonsai sono state ideate osservando gli alberi. In natura non esistono due alberi uguali, anche se alberi della stessa specie, che vivono nelle stesse condizioni possono avere una certa somiglianza.

La classificazione giapponese dei stili di Bonsai si basa sulle forme naturali create dall’influenza dei luoghi e dalle avversità sugli alberi. Gli stili si dividono in due grandi gruppi : a tronco unico ed a tronchi multipli. Nel primo gruppo ne sono proposti due principali (l’ERETTO ed il RICADENTE) e uno secondario (SU ROCCIA) nel secondo gruppo due principali (A DOPPIO TRONCO ed TRONCHI MULTIPLI).

La grande variabilità d’impostazioni che nasce dalla posizione dei tronchi, evidenzia quanto ogni Bonsai sia un entità a se stante slegato da rigorosi schemi cristallizzati. In ogni caso la conoscenza degli stili indirizza chi si appresta a costruirli verso soluzioni estetiche accettabili e mai scontate.

Gli Stili

Stili ultima modifica: 2015-04-05T16:43:51+00:00 da Indrit

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>