Su Roccia “ISHI-ZUKE”

su roccia stile bonsai radici che avvolgono la roccia

Bonsai su roccia

Esistono due stili di Bonsai su roccia , lo stile SAIKEI o SEKIJOJU con le radici che la avvolgono, e lo stile ISHITSUKE con le radici piantate nella roccia. Analizziamo la complessità dei vari aspetti che caratterizzano questo stile complesso.

Le radici che Avvolgono la Roccia (ISHI-ZUKE)

Questo aspetto dello stile riguarda piante aggrappate ad una roccia per ricreare un ambiente naturale. Esso non va confuso con il Bonkei che ricostruisce paesaggi con alberi, case, ponti, montagne, e fiumi.

La tecnica per ancorare le radici di un albero alla roccia parte dalla scelta del materiale. Questo deve essere particolarmente resistente, giovane di età, le radici devono essere lunghe e resistenti i rami, tanto che si tratti di conifere o latifoglie, devono essere bassi. In seconda istanza occorre procurarsi un contenitore particolare. Questo dovrà essere profondo, caratterizzato dalla possibilità di ridurne nel tempo l’altezza, (ciò può essere ottenuto realizzandolo in legno a listarelle inchiodate su una struttura parallelepipeda), l’albero dovrà essere interrato in questo contenitore con un substrato sabbioso.

tecnica stile bonsai su roccia (radici che avvolgono la roccia)La prima fase della realizzazione di questo stile , riguarda la costruzione della radice , occorre insomma stimolare nell’albero la tendenza ad allungare le strutture di suzione , cosa che si ottiene riducendo ad ogni ciclo vegetativo , (circa 4 mesi) , l’altezza del contenitore con la  conseguente messa in luce delle radici superficiali. L’albero dovrà essere coltivato con gli accorgimenti e nel contenitore proposto per almeno 2 – 3 anni. Le radici che nel tempo saranno scoperte andranno controllate per evitare che un eccessivo ingrossamento.

La seconda fase dell’esecuzione dello stile SAIKEI riguarda la scelta della roccia , questa dovrà essere interessante su tutti i lati a vista (4 prospetti laterali ed il vertice, mai appuntito) dovrà essere di colore piuttosto scuro con scanalature naturali .

La terza fase riguarda l’impianto dell’albero sulla roccia, seguite quanto segue: L’impianto dovrà avvenire in un periodo compatibile con il rinvaso della specie usata. In primo luogo occorre mettere nudo l’apparato radicale dell’albero che s’intende impiantare, (si ricorda che all’atto della preparazione della radice va asportato il fittone), la radice dovrà essere osservata con molta attenzione per valutare la distribuzione spaziale delle sue ramificazioni e la compatibilità di questa con le scanalature naturali della roccia che s’intende usare. L’ancoraggio delle radici si attua con del filo metallico fissato alla roccia in questo modo: si appoggia l’albero sulla roccia ancorandolo saldamente col filo metallico, (nella zona di ancoraggio è consigliabile interporre tra la radice ed il filo una strisciolina di gomma o materiale simile per evitare incisioni che possono danneggiare la pianta), nella posizione scelta. Durante quest’operazione le radici vanno mantesu roccia stile bonsai radici che avvolgono la roccia 1nute costantemente umide se ne consiglia quindi una costante vaporizzazione. Poi si prepara quindi un impasto di argilla e sfagno, questo non deve essere né troppo friabile né troppo duro, con questo si copre l’intero apparato radicale per uno spessore di un paio di cm. , l’estremità inferiore delle radici vanno lasciate libere. Quindi la roccia trattata va avvolta con un composto di sfagno e torba che va legato saldamente con spago. Il tutto deve essere interrato in un vaso abbastanza profondo da permettere la copertura della base dell’albero.

Dopo circa sei mesi, se la pianta avrà dimostrato un buona ripresa vegetativa, occorrerà rimuovere gradualmente lo sfagno e la sottostante argilla dalla parte superiore dell’albero in modo da rendere visibile la radice, le legature vanno controllate per evitare danni da incisione. Nella primavera successiva scegliere un vassoio adatto e trapiantare.

Va poi ricordato che: alberi inclinati vanno posti su rocce inclinate, alberi in stile battuto dal vento vanno posti sull’apice della roccia, alberi in stile a cascata possono essere inseriti indifferentemente sull’apice od a metà.

su roccia stile bonsairadici che avvolgono la roccia 2su roccia stile Bonsai radici che avvolgono la roccia 4su roccia stile Bonsai radici che avvolgono la roccia 3

 

Albero Impiantato nella Roccia (ISHITSUKI)

Lo stile ISHITSUKI va trattato come il SEKJOJU l’unica differenza sta nel sistema di ancoraggio dell’albero alla pietra. Le radici della pianta vanno alloggiate in una cavità della roccia che a questo proposito deve risultare cava.

su roccia stile bonsai albero impiantato nella rocciasu roccia stile bonsai albero impiantato nella roccia 3  su roccia stile bonsai albero impiantato nella roccia 2 su roccia stile bonsai albero impiantato nella roccia 1

Su Roccia “ISHI-ZUKE” ultima modifica: 2015-04-08T17:03:39+00:00 da Indrit
Tags:  , ,

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>